.
Annunci online

  Stranicristiani [ Il blog ufficiale dell'associazione culturale "Puzzle - richiami fluidi". Giudizi di una compagnia cattolico- libertaria. Affezione, poesia, fantasia. Con un grazie a don Giussani ]
         








Il blog e l'associazione che lo
promuove hanno aderito al "Family Day"
del prossimo 12 maggio.
Vi invitiamo a fare altrettanto






  Appello 5 per mille



 
















"PUZZLE-richiami fluidi" ha aderito al
"Comitato pro Oriana Fallaci e la libera espressione"
fallo anche tu:    club.brunelleschi@email.it 






"PUZZLE-richiami fluidi" e stranicristiani
aderiscono alla campagna
per la moratoria della pena di morte






banner 160x48_ Logo di Dreamarco






Torna alla home page di questo Blog





  




 
    



























       

         

 zio Giulio 's fan blog







stranicristiani     è associato a:



Blogs HO







United We'll Win




Il logo dell'Associazione











 




 




   Portale di Grafica Pastorale




Effata! : la directory dei siti cattolici italiani









Fatti Sentire









          Campagne ed iniziative




Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini



















   



    


   



 






  








Blog segnalato su:




 


Inserisci questo tool sul tuo blog






     Popolarismo"
ANCHE IN ITALIA UNA FORZA POPOLARE!
            EPP-ED






Stranicristiani è una delle iniziative di
"PUZZLE-richiami fluidi".
Il blog è curato da MARCO MARGRITA.
Quanto è scritto o scelto è frutto del lavoro di una compagnia.
Un grazie particolare agli amici:
PIERO VAISITTI, GIADA LONGO,
MICHELE PIERRO, EMILIANO LECCESE,
ROBERTO M. CANTONE, FABRIZIO BOSIO,
GIOVAMBATTISTA CILIBERTO, ALBERTO TESSA,
GIGI BORGIS, FRANCESCO FEROLDI,
LUCA BISTOLFI, PAOLO BELLOSIO,
ALESSANDRO VACCHIOTTI, MARIO CISTULLI,
CARLO OSTORERO (DJ BAS).



Logo dell'otto per mille alla Chiesa Cattolica

Stranicristiani e "PUZZLE-richiami fluidi"
invitato a devolvere l'otto per mille
alla Chiesa Cattolica






 
    
                 
LIBERALI CONTRO
LA PENA DI MORTE














BXVI fan blog




Il curatore di questo blog scrive su:



www.lavalsusa.com 



17 gennaio 2008

MORATORIA SULL'ABORTO - IRRUZIONE DEI SASSI STRANICRISTIANI SUL SETTIMANALE DELLA DIOCESI DI SUSA

Su "La Valsusa" in edicola da oggi, nelle pagine di "Chiesa Oggi", sempre ottimamente curate da Angelo Lupo, un ampio servizio sulla moratoria dell'aborto. Il "pezzo" centrale è dell'amico Alessandro Vacchiotti, che ha anche avuto la bontà di citare questo blog. Riportiamo l'articolo, garantendo che il nostro impegno non verrà meno. Viva la Vita!
(m.m.)

LA BATTAGLIA CULTURALE DE “IL FOGLIO”

MORATORIA DELL’ABORTO

SEMPRE ATTIVO ED ATTENTO IL “POPOLO DELLA VITA”

Come spesso accade con le provocazioni del direttore de “Il Foglio”, la proposta di Giliano Ferrara di “moratoria dell’aborto” ha innescato un acceso dibattito. Il 22 dicembre scorso, all’indomani dell’approvazione della risoluzione ONU per la moratoria delle esecuzioni capitali nel mondo, sulla “prima” del combattivo “quotidiano d’opinione” è comparso un appello che invita ad analoga decisione per quanto riguarda l’interruzione volontaria della gravidanza (termine del burocratese medico che in sé già palesa la volontà di ridurre il contenuto drammatico dell’aborto). Ferrara ha accompagnato questa proposta con una “speciale dieta liquida”, (ha volontariamente evitato il termine digiuno), tra Natale e Capodanno. Recitava l’appello – “contro l’ipocrisia e la bruttezza di un tempo in cui la morte viene bandita in nome del diritto universale alla vita e blandita, coccolata come un dramma soggettivo, nella spregevole forma, e molto oggettiva, dell’aborto chirurgico o farmaceutico”. Con buone ragioni laiche L’Elefantino, (così si firma, con scanzonata autoironia, il fondatore e direttore del combattivo quotidiano, che già si segnalò per la coraggiosa difesa di Rocco Buttiglione, per cui coniò l’efficace immagine di “strega cattolica”, ai tempi della “cacciata” dalla Commissione Europea), dice senza remore che “l’aborto è un omicidio”. Non sorvolando nemmeno sulle proprie colpe, raccontando dei tre di cui fu – lungo l’arco della vita – corresponsabile. Intorno alla “battaglia culturale” de “Il Foglio” s’è radunato un “popolo della vita” variegato. Da oltre quindici giorni il giornale pubblica quotidianamente “fogliate” di adesioni all’iniziativa. Una mobilitazione che oltre la pur assolutamente necessaria, (alla luce dei recenti progressi della scienza medica), revisione della Legge 194 (lettura riduzionistica che molti esponenti del “pensiero laicista” hanno cercato di propagandare). La vita è un valore, dal concepimento alla sua conclusione naturale: questo emendamento si vorrebbe inserire nella Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo. La vastità dell’adesione, che denuncia un profondo cambiamento del senso comune rispetto all’accettazione sociale dell’aborto, come già denunciava il successo dell’astensione al referendum abrogativo della Legge 40 sulla Fecondazione Assistita, sembra non coinvolgere i settori del cattolicesimo-democratico, quello che trova i suoi padri nei “cattolici per il No” al referendum sul divorzio e nella “Lega Democratica”. A livello locale valsusino sulla battaglia si sono dimostrati particolarmente attivi due blog: Stranicristiani (www.stranicristiani.ilcannocchiale.it ) e Il Sasso nello Stagno (www.ilsassonellostagno.ilcannocchiale.it ). Sembra nascere qualcosa di nuovo, che non può – per il suo alto valore etico– non essere attentamente seguito.

Alessandro Vacchiotti





permalink | inviato da Stranicristiani il 17/1/2008 alle 12:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



14 dicembre 2007

L'OFFICINA - NON DI SOLO TAV. IL CENTRO-SINISTRA DI VALLE E' IN CRISI, OCCORRE UNA NUOVA FASE. PARTIRE DAI BISOGNI DEL TERRITORIO: INSIEME PER IL BENE COMUNE DELLA VAL SUSA

Il territorio della Comunità Montana Bassa Val Susa è oggi di fronte ad una sfida importante, che non è semplicemente riducibile alla scelta tra il no ed il sì al Tav (peraltro in assenza di una precisa proposta di tracciato, proposta che spetterebbe al Governo, non si capisce bene a cosa si risponderebbe in appoggio o in diniego). Questa in sintesi la consapevolezza che L’Officina, il laboratorio politico-culturale dei moderati valsusini, vorrebbe diffondere in tutta la Valle. L’Officina ha alle spalle oltre tre anni di lavoro, esperienza unitaria di amministratori e militanti dei gruppi alternativi alla sinistra e di esponenti della “società civile”, con lo scopo di elaborare le linee di proposta ed azione verso lo sviluppo della Val Susa, partendo dalla disponibilità ad un’ampia convergenza per la costruzione del “bene comune”, anche superando i tradizionali steccati di appartenenza, con il dialogo come stile di presenza e costruzione di sintesi. “Oggi – chiarisce il portavoce de “L’Officina”, Roberto Giuglard – la nostra Valle si trova di fronte ad una crisi irreversibile del modello di gestione che l’ha sequestrata negli ultimi dieci anni almeno. La gente domanda attenzione concreta ai temi del lavoro, della famiglia e della sicurezza. L’immobilismo amministrativo si cogli attraversando i paesi della Bassa Val Susa. Non esiste – continua Giuglard – un’idea praticabile di sviluppo, nemmeno la cura e l’attenzione al territorio. Non si è mai pensato, al di là dei richiami retorici, ad una pianificazione urbanistica, ad esempio per le aree industriali, comune tra i vari Comuni”. Esiste una crisi anche politica. “Le maggioranze – denuncia Giuglard – sono attraversate da divisioni e contrapposizioni. Non è più possibile, se non con il richiamo alle e delle poltrone, una sintesi tra i riformisti ed i massimalisti”. Anche per questo, “L’Officina” vede come naturale la convergenza su di un’agile programma di priorità di tutte le persone che hanno davvero a cuore il futuro della Valle, piuttosto che le prospettive di carriera personale o la cieca obbedienza ai dettami ideologici. “La Valle – insomma – ha bisogno di uscire dall’emergenza e dallo scontro e a questo compito non possono certo candidarsi quanti in questa situazione ce l’hanno cacciata”.


Ufficio Stampa
“L’Officina” , laboratorio politico-culturale




permalink | inviato da Stranicristiani il 14/12/2007 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



13 dicembre 2007

L'OFFICINA: SUL TAV, FERRENTINO NON CI RAPPRESENTA

 http://www.notav.eu/article3787.html

Da leggere




permalink | inviato da Stranicristiani il 13/12/2007 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



3 dicembre 2007

VENERDI' 7 DICEMBRE - MARIO ACTIS E LA SUA BAND A BUTTIGLIERA

Grande appuntamento con la musica, venerdì 7 dicembre prossimo, a Buttigliera Alta, presso il salone del Centro Famiglia, inizio alle 21. Concerto di Natale, promosso dall’Assessorato alla Cultura, con protagonista il musicista torinese, noto a livello internazionale, Mario Actis, che si esibirà con la sua Actiswingband, nel recente progetto musicale: Musicalmentemozionando. Un appuntamento culturale di prima grandezza, con cui l’Assessorato corona un anno che ha visto un programma di alto livello, con molti eventi ed una costante attenzione alla produzione culturale ed artistica dei buttiglieresi.
Mario Actis è musicista più o meno da sempre, sin dall’età di quattordici anni calca i palcoscenici accarezzando con maestria le sette note. Ha iniziato suonando in alcune orchestre dell’un tempo vivissimo panorama artistico torinese. Accogliendo le più svariate esperienze e non sfuggendo contaminazioni e assaporando tutte le sfumature linguistiche della musica. Ha composto anche molti jingle per campagne pubblicitarie di successo: Granato, Camerati, Torino Cronaca (per fare a qualche marchio). Il suo palmares è costellato di collaborazioni importanti, solo per riferirsi all’ambito piemontese due nomi su tutti: Gipo Farassino e Romano Farinatti. E’ stato con suoi brani in lizza per il Premio Tenco. Da registrare un alunga permanenza degli States, con tanti concerti e una buona notorietà. Le sue musiche e canzoni, specie le più recenti, hanno una profonda apertura al Mistero e cercano di raggiungere o almeno domandare un Senso per tutto ed ogni cosa.
L’ingresso alla serata di venerdì è gratuito: un’opportunità da non farsi sfuggire, insomma. “Siamo contenti – sottolinea l’assessore Maria Laura Falovo – di essere riusciti a promuove un evento così bello e ricco di significati: davvero un modo per augurare un Buon Natale a tutti i nostri concittadini”.




permalink | inviato da Stranicristiani il 3/12/2007 alle 20:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



13 novembre 2007

MERCOLEDi' 21 NOVEMBRE - PRESENTAZIONE LIBRO

 http://www.comune.buttiglieraalta.to.it/CULTURA/PRESENTAZIONE%20DEL%20LIBRO%20RICERCA.pdf

MERCOLEDI’ 21 NOVEMBRE, IN SALA CONSIGLIO, ALLE 21,
PRESENTAZIONE DEL SAGGIO “ALLA RICERCA DELLA TOMBA DI AMENHOTEP I”
DEL BUTTIGLIERESE GIAN LUCA FRANCHINO


Serata culturale di prima grandezza, mercoledì 21 novembre, presso la Sala Consiliare del Comune di Buttigliera Alta. Con inizio alle ore 21, presentazione di un prezioso saggio di Egittologia, ultima fatica letteraria del buttiglierese Gian Luca Franchino. L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura. “Alla ricerca della tomba di Amenhotep I”, questo il titolo del testo. Pubblicato dalla torinese Ananke, che all’Egittologia ha dedicato una collana, con la traduzione di alcuni testi e la proposizione di studi originali. L’attenzione di Franchino - che collabora con il professor Tosi ed ha già intrapreso diverse ricerche e pubblicati articoli scientifici ed altri testi – si concentra sulla figura di Amenhotep I, il faraone che aleggia al confine tra due periodi storici dell’Antico Egitto: il II Periodo Intermedio ed il Nuovo Regno. Un sovrano venerato lungo molti secoli, in particolare a Deir el-Medina, il villaggio degli artigiani costruttori delle tombe reali. Un governante tanto importante quanto assai poco definibile in quanto a “peso storico”. Il mistero che avvolge il suo regno è tale anche per quanto attiene la sua sepoltura. E sulla ricerca del sepolcro del faraone, di cui abbiamo la mummia ma non di cui non si conosce il luogo della sepoltura, si sviluppa il testo di Franchino, che fornisce anche una sua ipotesi. La serata di mercoledì, che introdurrà ai temi del libro, si offre come una possibilità di “viaggio nel tempo”, tra il fascino di una delle “culle della civiltà” e il fascino dell’archeologia e della ricerca documentaria. “Questo incontro – sottolinea l’assessore Laura Falovo – è segno della nostra attenzione all’impegno nella cultura dei nostri concittadini. La politica culturale di questa amministrazione ha nel dare risalto e valore a quanto di interessante, bello ed innovativo i buttiglieresi fanno nel mondo dell’arte e della cultura uno dei suoi cardini”.




permalink | inviato da Stranicristiani il 13/11/2007 alle 18:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



13 novembre 2007

BUTTIGLIERA ALTA ED AFGHANISTAN. PROGETTI SOLIDALI

 

Prima tappa del cammino di solidarietà tra l’Afghanistan e la comunità buttiglierese coronata da successo. Il soggiorno del piccolo Rokhai, 10 anni, in attesa di essere sottoposto ad un delicato doppio intervento chirurgico al cuore all’ospedale Gaslini di Genova si concluderà domani, martedì 13 novembre. Stamane momento di saluto presso il Palazzo Municipale, con i rappresentanti dell’amministrazione comunale e rappresentanze dei gruppi solidali che hanno speso il loro impegno durante i quindici giorni di permanenza sul territorio buttiglierese del piccolo amico. Rokhai, assistito dalla Charity “Khorasan”, fondata e presieduta da Seema Ghani , partner di dell’associazione “Progetti nel Mondo”, promotrice delle iniziative solidali tra Buttigliera Alta e Kabul, orfano di padre, morto prima della sua nascita, è affetto da una grave malformazione cardiaca, che richiede per essere curata chirurgicamente un livello di specializzazione impensabile in terra afgana. L’operazione sarà possibile grazie al sostegno economico della Regione Liguria, che ha stanziato la cifra necessaria a coprire il costo delle cure mediche. Un gesto di generosità che è frutto dell’interessamento della deputata ligure Roberta Pinotti, presidente della Commissione Difesa della Camera, che sensibilizzato il Governatore Claudio Burlano. Il piccolo afgano, accompagnato dallo zio Nasratullah e dal giovane interprete Arif, è stato ospite di Edoardo Mattiello, uno dei membri di “Progetti nel Mondo”, che già ha operato in Afghanistan. La permanenza a Buttigliera del piccolo Rokhai ha visto l’impegno di tanti volontari, che hanno in vario modo animato i giorni di soggiorno. In prima fila l’associazione “Mani per Volare”, che dell’intera operazione di solidarietà è soggetto qualificante, oltre all’associazione “SOS- Salute e Sviluppo”, al “Gruppo San Maurizio” e alla Protezione Civile “Cb- Il Marinaio”. “Il Comune di Buttigliera – ha spiegato l’assessore Laura Falovo – ha accolto con piena convinzione la segnalazione che i nostri concittadini, attraverso il collega di giunta Stefano Giolito, sposandone lo spirito. Conviti dell’importanza d’impegno degli Enti Locali nella costruzione di una cultura di pace”. Il presidente dell’associazione “Progetti nel Mondo”, Fulvio Dottore ha illustrato i passi successivi dell’iniziativa “Italia – Terra del Sole”, che ha ricevuto anche il plauso della principessa India d’Afganistan e del Comitato Italia-Afganistan. “Siamo in attesa – ha chiarito - dell’arrivo del gruppo di ragazzi e ragazze, che presumibilmente saranno ospiti nella seconda quindicina di dicembre. Ancora in attesa di avere notizie certe dall’Ambasciata sull’effettiva possibilità d’imbarco”. Scopo del progetto è quello di costruire un rapporto di collaborazione e scambio, che si autoalimenti e si sistematizzi. “L’esperienza con Rokhai – ha evidenziato Grazia Lovo, presidente di “Mani per Volare” – è stato una prova importante: abbiamo capito di avere non solo l’entusiasmo ma anche la capacità organizzativa per accogliere i giovani ospiti afghani”.




permalink | inviato da Stranicristiani il 13/11/2007 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



11 novembre 2007

IL CONGRESSO FANTASMA DELL'ECTOPLASMA PARTITO ovvero L'UDC DI TORINO

Alla fine, come ampiamente prevedibile, la “seduta spiritica” non ha avuto un esito positivo. Del “fantasma-partito” – morto senza essere mai veramente nato, probabilmente – non funziona l’evocazione. L’Udc torinese non ricompone i cocci, e non riesce a celebrare unitariamente il Congresso Provinciale, convocato per stamane nella Sala Congressi della Gam. Ad una lettura formale – e non priva di ragioni – proprio non lo ha celebrato. Ancora una volta l’on. Michele Vietti (più Deodato Scanderebech e famiglia recuperati alla causa) contro l’on. Vito Bonsignore (e, per interposta persona, Carlo Giovanardi; oltre ad Antonello Angeleri). Quest’ultimo, con le varie truppe, ha abbandonato l’assise, prima che venisse insediata. Il primo, con i suoi accoliti, se l’è “suonata e cantata” da sé. Una sola lista (per la metà dei posti disponibili, l’altra metà profferta a chi ha abbandonato, per ora l’assemblea e domani chissà) con e per l’indicazione del “fedelissimo” Marco Balagna (il “gemello diverso” dell’altrettanto viettiano segretario regionale Alberto Goffi) a segretario provinciale. Ancora una volta, Franco Maria Botta “non pervenuto”.
Fin qui i fatti, verrebbe da scrivere “la miseria dei fatti”.
Ci consentiamo qualche commento. E sono parole amare, per chi in questo partito (partito per dove?) ha contribuito a fondarlo, iscrivendosi e facendo iscrivere, tentando di militarvi pur nella rarefazione degli organi e della struttura. L’Udc, qui a Torino ma anche altrove, l’abbiamo già scritto, non è che la sommatoria di segmenti di potere correntizio post-Dc (l’uno contro l’altro armati, come stamane), priva di una proposta politica. Ripiegato (e lo scrive chi non è certo un fan del Cav.) in un “antiberlosconismo moderato” che gli elettori non capiscono. Incapace di leggere il dinamismo del cattolicesimo italiano (non basta certo un Luca Volontè, e Rocco Buttiglione non lo si è difeso nemmeno ai tempi della “Strega Cattolica”) e troppo tentato di giocare il ruolo un po’ “grembiulinesco” di Partito Repubblicano del III Millennio. Disperatamente sazio delle propria scarsa dotazione di consensi elettorali. Assai dipendente dalla “rendita di posizione” che gli deriva dalla Scudocrociato (pare, a leggere le sentenze, anche un po’ in bilico… in direzione del buon amico di Angelo Rovati, alias Giuseppe Pizza). Non esiste al di là della “telegenia” del leader (ma che carica è, ed a che serve un segretario?) Pierferdi Casini in Caltagirone. L’Udc, l’ectoplasma partitico, che ritiene di essere assai democratico, confonde le beghe delle poltrone con il dibattito delle idee.
E per dire di esistere può non esserci altra via di uscire dall’aula (come se si fosse una qualche curva ultrà che contesta la squadra e/o il presidente).




permalink | inviato da Stranicristiani il 11/11/2007 alle 22:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



8 novembre 2007

IL COMUNE DI BUTTIGLIERA ALTA PROPONE UN CORSO PER AMMINISTRATORI

Amministrare negli Enti Locali è una sfida importante, per cui non basta la dedizione e l’impegno. Lo spendersi per il “bene comune” in un’amministrazione locale richiede sempre più competenze. La formazione è un compito ineludibile. Non sono frequenti le iniziative dedicate, ancor più rare quelle messe in campo da un singolo Comune a vantaggio anche degli amministratori dei Comuni circonvicini. Il Comune di Buttigliera Alta lancia – aperto a sindaci, assessori e consiglieri dei Comuni delle Valli Susa e Sangone e a quanti pensano di avvicinarsi all’impegno nella macchina comunale – un seminario di formazione sulle principali tematiche della vita amministrativa. L’avvio il 16 novembre, iscrizioni (il modulo è scaricabile, unitamente al programma dettagliato, dal sito www.comunebuttiglieraalta.to.it) entro il 12 novembre. Otto lezioni a cadenza quindicinale. Conclusione nel marzo del prossimo anno. Le lezioni - guidate da esperti dei settori in oggetto, che hanno gratuitamente dato la loro collaborazione all’iniziativa – si terranno presso la Sala Consigliare di via Reano, 3 . Dalle 20,30 alle 22,30. Primo argomento: gli Organi Comunali. Guiderà la serata l’avv. Angeletti. Una panoramica dettagliata sul ruolo e sulle competenze di Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale. Approfondimento sul diritto d’accesso alla documentazione da parte dei consiglieri e chiarimenti sulla presentazione di Ordini del Giorno, mozioni ed interrogazioni. Il 23 novembre ed il 7 dicembre, sotto la guida del rag. Roppolo, due appuntamenti con il bilancio comunale. Nel nuovo anno incontri su: l’appalto delle Opere Pubbliche (25 gennaio), la Programmazione Territoriale (8 febbraio), Protezione Civile (22 febbraio), Organismo di secondo livello (7 marzo) e la Comunicazione efficace nella Pubblica Amministrazione.(14 marzo). “Il Comune di Buttigliera – spiega il sindaco, Paolo Ruzzola – è consapevole dell’importanza di un’amministrazione di qualità, quindi propone questo seminario. Anche come opportunità per una collaborazione all’insegna della crescita di consapevolezza e competenza nell’amministrazione del territorio”.



SEMINARIO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PER AMMINISTRATORI


Data dei corsi:
Anno 2007 16/11 – 23/11 – 07/12
Anno 2008 25/01 – 08/02 – 22/02 – 07/03 – 14/03

Orario:
Dalle 20,30 alle 22,30

Sede:
Sala Consiliare Via Reano, 3 - Buttigliera Alta

Lezioni:

1) Gli Organi Comunali – 16 novembre 2007 – Docente: avv. Angeletti
· Il Consiglio Comunale: composizione e competenze
· La Giunta Comunale: composizione e competenze
· Il Sindaco: competenze come Capo dell’Amministrazione e come Ufficiale di Governo
· Diritto di accesso agli atti da parte dei Consiglieri comunali
· Presentazione mozioni, interrogazioni, OdG

2) Il bilancio comunale – 23 novembre 2007 – Docente: Rag. Roppolo
· La formazione del bilancio di previsione: suddivisione delle entrate e delle spese
· Titoli
· Tributi: TIA, ICI

3) Il bilancio comunale – 7 dicembre 2007 – Docente: Rag. Roppolo
· Il Conto consuntivo
· L’avanzo di amministrazione
· I residui attivi e passivi
· Proposte di emendamenti

4) L’Appalto delle opere pubbliche – 25 gennaio 2008 - Docente: avv. Angeletti
· Decreto Legislativo 163/2006 – Codice De Lise
Testo Unico Lavori Pubblici, Forniture e Servizi

5) Programmazione territoriale – 8 febbraio 2008 –
· PRGC
· Varianti al PRGC: generali e parziali

6) Protezione Civile – 22 febbraio 2008 -
· Le competenze degli Enti
· L’organizzazione di P. C. a livello comunale
· COM di riferimento

7) Organismi di secondo livello – 7 marzo 2008 -
· Comunità montane/collinari –
· ATO –
· Consorzi o SpA –

8) Comunicazione efficace – 14 marzo 2008 –



L’iscrizione dovrà pervenire entro il 12 novembre 2007 via Fax al n. 0119329349 o via mail all’indirizzo: sindaco.buttigliera@tiscali.it

Per informazioni o chiarimenti: segreteria organizzativa tel. 0119329312 sig. Versace

Scheda iscrizione e programma del seminario sono disponibili sul sito del comune: www.comune.buttiglieraalta.to.it - sezione:“In Evidenza”


N.B. - Il Seminario è completamente gratuito.




permalink | inviato da Stranicristiani il 8/11/2007 alle 16:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



31 ottobre 2007

COMUNITA' MONTANE / 2 - INTERVENTO DI LAURA MELIS

                                         Comunità montane odg, 22/10/2007

Premetto che ancora in questo momento non sono certa di come voterò questo odg, votare a favore potrebbe significare la difesa ad oltranza di situazioni al limite della vergogna, votare contro potrebbe voler dire togliere ai territori montani, quelli veri, risorse fondamentali.
Dopo mesi in cui tutti si occupano della sorte delle Comunità Montane, finalmente il bubbone è arrivato nella sede competente. Avremmo auspicato di poterne parlare prima, ma molto probabilmente il Presidente non lo ha ritenuto l’argomento importante e opportuno. Oggi il grado di confusione è talmente alto che si fa fatica a capire cosa effettivamente sta succedendo.
Le ultime notizie dicono che al Senato siano nati dei dubbi in merito ai risparmi da tagli alle Comunità Montane. Una cosa è assolutamente certa, oltre ad essere alla frutta, questo governo è il peggiore in assoluto di tutti i governi che la storia della Repubblica ricordi. Altro che male assoluto, questo governo è l’emblema dell’incapacità e della litigiosità, che è molto peggio.
Che gli enti montani siano da riformare è chiaro, esistono situazioni incompatibili che nulla hanno a che vedere con la montanità, ma è anche vero, ed è il caso della nostra comunità montana ,che troppo spesso si trascurano le problematiche del territorio per occuparsi di altre vicende.
Abbiamo più volte rimarcato la grave crisi economica che investe la nostra valle che non ha riscontri nel resto del Piemonte. Le aziende rimaste nel nostro territorio fanno fatica a sbarcare il lunario e per pagare le tasse sono obbligate a chiedere dei mutui.
Il turismo manca di spinta propulsiva e propositiva. E certo non ha aiutato il mancato passaggio della fiaccola olimpica nei nostri territori, errori che la valle ha pagato e pagherà grazie alle scelte di amministratori miopi e niente lungimiranti.
I Comuni non hanno più i soldi per garantire i servizi ai cittadini, la Regione e Provincia non finanziamo più i nostri progetti.
La politica commerciale è completamente sbilanciata a favore dei grandi esercizi che Sindaci poco accorti hanno favorito.
Ed ora la proposta della legge finanziaria sui tagli alla comunità montana.
E mia personale convinzione che i cittadini della Valle di Susa stiano subendo a caro prezzo le scelte politiche fatte da alcuni amministratori che per visibilità personale hanno fatto gli estremisti e dimenticandosi di rappresentare le Istituzioni, sono andati in missione a girovagare per l’Italia, ma non solo, a solidarizzare con chiunque avesse un motivo per protestare.
I riflettori sono stati per troppo tempo puntati nella direzione della nostra comunità montana e di conseguenza su tutte le altre, per non solleticare la fantasia vendicativa di Ministri e Sottosegretari avidi e aridi.
Ritengo necessaria una seria riforma degli enti montani, concordo con quanto afferma il Presidente della CMAVS quando sostiene che è necessario ridefinire i criteri di mondanità e rivedere l’assetto degli organi delle comunità montane, punti essenziali sui quali convergere per intraprendere la strada per una seria riforma degli enti montani.
Nel caso contrario si rischia di sostenere un immobilismo nel quale non si ritrovano le ragioni dello sviluppo di una montagna che in molte aree, tra cui il Piemonte, è oggi risorsa e non problema, ma che necessita modificazioni nelle strutture che la governano e che gestiscono beni quali l’ambiente alpino, l’acqua, i boschi, il turismo, i prodotti eno-gastronomici, i tesori di arte e cultura, le lingue.


Laura Melis
Capogruppo Ind. Valsusa e Val Cenischia




permalink | inviato da Stranicristiani il 31/10/2007 alle 9:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



23 ottobre 2007

A DIFESA DELLA VERA MONTAGNA. E BASTA CON LA RETTORICA DE "LA CASTA"

 http://www.uncem.it/gems/manifesto070723.pdf

ieri si è riunito il Consiglio della Comunità Montana Bassa Val Susa e Val Cenischia. Unico punto all'Odg: la votazione di un docomento che dice non ad una manichea e draconiana "accettata" alle Comunità Montane.
Riportiamo si seguito il significativo intervento dell'amico - e componente UDV, Unione Democratica Val Susa - Francesco Feroldi


Il documento che ci viene proposto in votazione è l’Ordine del Giorno approntanto dall’Uncem. Ci pare poter avere il nostro assenso.
Ci preme, però, sottolineare con chiarezza in quale senso e con quali argomentazioni convergiamo con il nostro voto su questo OdG.
Partiamo dalla considerazione che è pensando alla nostra Comunità Montana, non alla sua gestione ma alla sua confermazione ed allo svolgersi storico della sua presenza, che diciamo no al mero riferirsi ad un criterio altimetrico per determinare l’appartenenza o meno di un Comune ad un Ente di Valle. Ci spiacerebbe che quest’apertura fosse un escamotage per lasciare tutto uguale a se stesso. Le Comunità Montane sono nate come strumento di cooperazione - sovra ed inter comunale - per determinare politiche di sviluppo per le zone montane. C’è stato un abuso nella loro creazione, e questo non ha certo reso un buon servizio a quelle che davvero agiscono in aree montane.
Sono, questi, mesi in cui da diverse cattedre (anche estemporanee e non ben qualificate) si è alzata la voce contro i costi della politica. Nessuno di noi intende difendere la fantomatica casta-Casta (ma davvero si può sostenere che gli amministratori locali che impiegano molto del loro tempo in un servizio alla comunità nel facciano parte?), però non possiamo non invitare a distinguere tra i “costi della politica” (spesso conseguenza di privilegi e regalie, nonché del cedere ad una visione partitocratrica e partizzante) ed i “costi della democrazia” (non vorremo mica consegnare il nostro paese a chi può giocare a fare la politica ben protetto dal proprio censo?).
Tra i “costi della democrazia” stanno sicuramente quelli per le Comunità – autenticamente! – Montane. C’è uno specifico territoriale-morfologico, culturale e sociale che non può essere ignorato in nome di un solo formalmente democratico “far parte uguale di cose disuguali” (la più grande inguiustizia, secondo la preziosa lezione di Don Milani).
Votiamo questo documento per significare la nostra domanda di attenzione alla Montagna e alle montagne, che – specie nelle realtà di confine come la nostra – viste in un’ottica europea ed europeista sono una cerniera e non una barriera, men che meno spazio da abbandonare alla ricerca di una presunta comodità.
Temiamo, inutile nasconderlo, e autorevoli fonti giornalistiche fanno credere che questo sia più che un sospetto, che si metterà in scena un “gioco delle parti”, con lo stralcio dalla Finanziaria del provvedimento , volto a dimostrare, in periodo di picco negativo di consenso, l’attenzione del Governo alle richieste degli Enti Locali. Teniamo per buono e ben presente il giudizio con cui Uncem qualifica la proposta governativa: “devastante”. Ci permetteremo di estendere a ben più vasto raggio di provvedimenti prodiani quest’aggettivo.
Tornando sul tema. Non neghiamo che si debba aprire una grande riflessione sul ruolo e le prospettive della Montagna, che certo non si può approntare partendo dal (previsto da questo Governo, che ha il vostro stesso colore politico) taglio del Fondo della Montagna. Una riflessione che deve vedere, in un’ottica autenticamente federalista, protagoniste le Regioni.
Allargando lo sguardio. Non neghiamo la necessità di una razionalizzazione delle rappresentantanze nei Consigli, ma rigettiamo l’instradarsi verso una formula ricalcante il modello dell’Assemblea dei Sindaci dei Comuni membri. Siamo convinti, non da ora, che non ci sia peggior nemico della democrazia che la “dittatura della maggioranza” (che si realizza svuotando di significato, con una deriva plebiscitaria, gli organi della democrazia rappresentativa, consegnandoli all’uso arbitrario da parte di chi vince le elezioni).
In sintesi, concludendo, riaffermiamo il nostro voto favorevole al documento. Auspicando uan giusta attenzione alla Montagna, partendo dalla tutela delle Comunità (davvero) Montane.




permalink | inviato da Stranicristiani il 23/10/2007 alle 20:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


sfoglia     dicembre       
 


Ultime cose
Il mio profilo



Tempi
Comunione e Liberazione
Il Foglio
La Valsusa
Borgata Italia. Musica Folk
Centro Servizi Volontariato
Mario Mauro
Ermanno Eandi, poeta granata
I Filid, irish music
UDC
Rosa Anna Costa
Pepe. alternativi veramente
Impegno Referendum
La Discussione
Formiche
Collegamento Sociale Cristiano
Stranocristiano
30 Giorni
La Pagina di Centro
Vaticano
Comitato Nuovo Proporzionale
Comitato Scienza & Vita
Avvenire
Osservatore Romano
Vita. Non profit magazine
Fatti Sentire!
Carlo Caffarra
Amici di Ratzinger
Scuola Formazione Politica
Associazione Identità Europea
Alessandro Maggiolini
Alleanza Cattolica
Verdi Verdi
Kattolico
SensoReligioso.it
Il Timone
Cornelio Fabro
L'Indipendente
Il Domenicale
Informazione Corretta
Associazione Politica - Torino
Non Votare!!!
Giovani al Centro
Giovani Insieme
Il Mascellaro
Giovani Diocesi Pinerolo
Val Susa - Eco è Logica
Giovani.org
UDC Torino
Giù le mani dai bambini
Club Brunelleschi
Bruno Panebarco
Rete delle Libertà
Il Sentiero
Roberto Formigoni
Fondazione Magna Charta
Fondazione per la Sussidiarietà
Sen. Renzo Gubert
On. Osvaldo Napoli
DCamo
Catechismo Cattolico
A.Ge.
Les Droles - artisti e poeti
Unione per le Libertà - Torino
Il Patto
Fondazione Nuova Italia
Ragion Politica
Antonio Socci
Associazione Comunità
Storia Libera
Vittorio Messori
ClanDestino
Terza Repubblica
Società Aperta
Sodalitas Thomistica
Cappellaio Matto - blog
Angelo Scola
Progetto Culturale
Gris
Cesnur
Kattolikamente - blog
Werner Vana Gierig
Piazzale Speranza - Torino
Movimento Solidarietà
Comunità di Bose
Animautori -blog
Centro Popolare Europeo
Ass. Democraticicristiani
On. Maurizio Lupi
Scuola Libera
Giovane Italia
Casa delle Libertà
Una Vox
Alef-blog
Pensare Cristiano - R. Buttiglione
Diorama Letterario
Lo Spillo - il blog di don Diego
Portale di Bioetica
Sandro Remigio site
A.Ge. - Torino
Ass. Amici di Follini
Coumboscuro
UDC - Piemonte
Coord. Piccoli Comuni
UDC Giovani
Aqua - blog
Rime sparse - blog
Fabio Cavalli - blog
Vexilla - blog
Erehwon - blog
Il Veliero - blog
The Rock - blog
Archivum - blog
Il Barbiere della Sera
Il Circolo Giovani
Giuseppe Manunta
Internettuale
Carlo Bellieni - blog
In Visigoth - blog
Ass. Maria Madre Provvidenza
A Destra - Giaveno
Dossier Tibet
Movimento Italia di Mezzo
Essere Liberi
Zegio - blog
Dialogos
Vladimiro Poggi - blog
Marcello Coppo - blog
G. Boggero - blog
Ekoclub International
Istituto Italiano Donazione
Per Grazia Ricevuta
Scienza & Vita - Piemonte
Ass. Don Andrea Santoro
Paolo Guzzanti
Ecologisti - Movimento politico
Movimento Autonomo Agricoltori
Marco Regni
Lo Scudocrociato - forum
Giovani RDC - forum
Centro Popolare - Trentino
Italia e Libertà
I Volenterosi
Club Santa Chiara
Enrico Brizzi
Umana Dimora
Giangiacomo's think tank
Nicola Vaschetti
Condove Per - sito ufficiale
Comitato Teheran2007
Braccia d'inchiostro - blog
Associazione Torino-Europa
Claudio Ughetto
Gian Luca Matlì - Avigliana nel Cuore
Club Amici del Toscano
Lazzaretti Editore - sito ufficiale
Comune di Buttigliera Alta (TO)
Il Monviso - settimanale pinerolose
Marina Lussiana - blog
Decidere! - Daniele Capezzone
Alleanza Cristiana
Vito Bonsignore
Piemonte Domani
MMP Valsangone - il blog
Idea Libera - blog di Tullio Matarazzo
Marina Lussiana - La Destra


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom