.
Annunci online

  Stranicristiani [ Il blog ufficiale dell'associazione culturale "Puzzle - richiami fluidi". Giudizi di una compagnia cattolico- libertaria. Affezione, poesia, fantasia. Con un grazie a don Giussani ]
         








Il blog e l'associazione che lo
promuove hanno aderito al "Family Day"
del prossimo 12 maggio.
Vi invitiamo a fare altrettanto






  Appello 5 per mille



 
















"PUZZLE-richiami fluidi" ha aderito al
"Comitato pro Oriana Fallaci e la libera espressione"
fallo anche tu:    club.brunelleschi@email.it 






"PUZZLE-richiami fluidi" e stranicristiani
aderiscono alla campagna
per la moratoria della pena di morte






banner 160x48_ Logo di Dreamarco






Torna alla home page di questo Blog





  




 
    



























       

         

 zio Giulio 's fan blog







stranicristiani     è associato a:



Blogs HO







United We'll Win




Il logo dell'Associazione











 




 




   Portale di Grafica Pastorale




Effata! : la directory dei siti cattolici italiani









Fatti Sentire









          Campagne ed iniziative




Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini



















   



    


   



 






  








Blog segnalato su:




 


Inserisci questo tool sul tuo blog






     Popolarismo"
ANCHE IN ITALIA UNA FORZA POPOLARE!
            EPP-ED






Stranicristiani è una delle iniziative di
"PUZZLE-richiami fluidi".
Il blog è curato da MARCO MARGRITA.
Quanto è scritto o scelto è frutto del lavoro di una compagnia.
Un grazie particolare agli amici:
PIERO VAISITTI, GIADA LONGO,
MICHELE PIERRO, EMILIANO LECCESE,
ROBERTO M. CANTONE, FABRIZIO BOSIO,
GIOVAMBATTISTA CILIBERTO, ALBERTO TESSA,
GIGI BORGIS, FRANCESCO FEROLDI,
LUCA BISTOLFI, PAOLO BELLOSIO,
ALESSANDRO VACCHIOTTI, MARIO CISTULLI,
CARLO OSTORERO (DJ BAS).



Logo dell'otto per mille alla Chiesa Cattolica

Stranicristiani e "PUZZLE-richiami fluidi"
invitato a devolvere l'otto per mille
alla Chiesa Cattolica






 
    
                 
LIBERALI CONTRO
LA PENA DI MORTE














BXVI fan blog




Il curatore di questo blog scrive su:



www.lavalsusa.com 



23 aprile 2008

MONVISO - IL PREMIO SAN GIORGIO

 Il Premio San Giorgio

Momenti di cultura internazionale


Domenica 20 aprile è decollata ufficialmente la rassegna culturale-ricreativa della Tigulliana-Events 2008, che si protrarrà fino all'autunno, in un colorato alternarsi di manifestazioni, concorsi, mostre e iniziative varie, mentre artisti, fotografi, musicisti, associazioni solidali, vaticanisti, personalità politiche si avvicenderanno sullo sfondo fiorito e spumeggiante di Santa Margherita Ligure. Attesissimo Mario Capanna, per ricordare il 1968,e probabile l’arrivo di Magdi Allam. Poi ci sarà la rassegna dei romanzi rosa\noir: tra gli ospiti, il torinese Piero Soria.

Marco Delpino, presidente dell'A.N.P.A.I., aiutato dal suo vice Silvio Landriani; da Felice Migone, presidente dell'Associazione "Liguri nel Mondo" (che ha elogiato il presidente onorario, residente a San Francisco) ; e dalla Dott.ssa Gabriella Huger Ricci, specialista svizzera nel settore dell'estetica, ha premiato circa 25 poeti, scrittori, pittori provenienti da tante Regioni e da diverse nazioni ( Usa, Montecarlo, Romania). Il Premio Internazionale "San Giorgio", Oscar della cultura europea, è giunto così alla sua quarta edizione, coinvolgendo Telepace e varie emittenti famose. San Giorgio è il patrono di Genova e di Portofino, nonché il protettore degli Scouts. La tradizione vuole che ai tempi dell'imperatore Costantino sconfiggesse un terribile drago (simbolo del male, delle ingiustizie). La targa in ceramica del "Premio San Giorgio 2008", consegnata a ogni partecipante, è opera dello scultore napoletano Giovanni Buccino. In un'epoca cruciale, mentre abbiamo più che mai bisogno di sicurezza, sono stati premiati per il loro zelo i Carabinieri del posto.

Dopo l'incontro, pranzo ligure eccezionale da "Antonio". Insuperabili i coniugi Federica e Marco Delpino, che da decenni promuovono con squisita sensibilità meeting capaci di unire persone di età e mentalità differenti, riuscendo a valorizzare le capacità di ciascuno, favorendo amicizie, contatti, fitti dialoghi.

Il Premio San Giorgio ha coinciso con i miei vent'anni di professione come giornalista: è stato bello soggiornare per due giorni nella pittoresca cittadina di S. Margherita, ospite dell'Hotel Riviera, dove la più schietta cortesia è di casa, mentre accoglienza e simpatia costituiscono un binomio irresistibile,www.nuovariviera.com; passeggiare senza premura nei vicoli caratteristici, dove palpitano profumi genuini; esplorare negozi eno-gastronomici altamente specializzati come Seghezzo e contemplare il mare azzurro accarezzato dal sole. Arrivederci a presto !!



Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 23/4/2008 alle 21:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



16 gennaio 2008

MONVISO/ RECENSIONE - "BOURCET, FRAMMENTI D'AMORE"

 “Bourcet, frammenti d’amore”

Un grappolo di case accoccolate in un vallone suggestivo, raccolte intorno alla chiesetta: con il forno, le fontane, le costruzioni essenziali di una volta, il cimitero che pare protendersi palpitante come un colomba verso l’Infinito….Poesia, pace, passato e presente che si abbracciano per proiettarsi insieme nel futuro, lungo il percorso intelligente del turismo alternativo, che sa essere costruttivo senza diventare consumistico. A Bourcet sono bene accetti coloro che sanno accostarsi alla natura quasi incontaminata con calma, con attenta e partecipe delicatezza; che amano gustare cibi semplici senza premura; che desiderano camminare lontano dai semafori, trarre ispirazione dal mormorio dei ruscelli, dallo stormire delle fronde, mentre lo sguardo spazia libero nell’immensità del cielo azzurro, con la complicità di un venticello frizzante che accarezza le agili cime dei pini.

“Bourcet, frammenti d’amore” è uno stupendo, recentissimo libro di Daniele e Renzo Ribetto: che ci offrono ottimi testi e indimenticabili fotografie. Pag. 320, euro 49,50. Il volume viene venduto direttamente dagli Autori che usano il ricavato per ristrutturare la storica, dolcissima Chiesa di Bourcet. Per info: 0121 803162, ore pasti.

Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 16/1/2008 alle 16:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



20 novembre 2007

MONVISO - LA BASSA E LA BICICLETTA, PAROLE A DUE RUOTE

Bellezze in bicicletta

Nella Bassa si può

Giovannino Guareschi sosteneva che:"Nella Bassa il sole picchia martellate furibonde sulla testa della gente e accadono cose che non si verificano da nessun'altra parte del mondo!". Mai scalfito dalla calura, e più forte delle intemperie, l'Angioletto del Duomo contempla dall'alto, protettivo e splendente, le bici che sfrecciano agili lungo le strade di Parma. Guido Conti ha dedicato a " lavoro, storie e vita quotidiana su due ruote" un bellissimo volume intitolato appunto "Biciclette": c'è un capitolo di Giorgio Casamatti dedicato proprio a Guareschi, giornalista ciclista (info@mupeditore.it). In bicicletta si spostavano impavidi Peppone e Don Camillo, gli innamorati, i contadini, i professionisti protagonisti di numerose indimenticabili vicende: su due ruote procedono tuttora disciplinati tantissimi parmigiani di tutte le età, sensibili a un discorso di ecologia, salute, risparmio. Una politica previdente garantisce ai ciclisti spazi, tutela, incentivi. Usare la bici o il bus a Parma è normale.

Chi poi desidera offrirsi una gradevole sosta nel verde, passeggia nella maestosa freschezza dello Parco Ducale: trova ampi viali comodi, alberi secolari, riposanti panchine e stupendi cigni che nuotano eleganti nel lago. Sembra di entrare in una favola. Tra le fronde del parco occhieggia una delle entrate del ristorante caratteristico "Corale Verdi", gestito con indiscussa gentilezza e assoluta professionalità da Luciana e Sante, specializzato da sempre in cucina tipica parmigiana (Vicolo Asdente 9, tel. 0521-237912). L'altra entrata si affaccia sul borgo dove nacque il maestro Arturo Toscanini: il locale ospita accanto al busto di Giuseppe Verdi, il monumento ad Arturo Toscanini voluto dal Cav. Ugo Falavigna. Scolaresche, sposi e gruppi di fans accorrono per farsi fotografare vicino al grande direttore d’orchestra (corale.verdi_sante@libero.it).

Poco distante, la ridente Fontanellato ha saputo coniugare schietta spiritualità (c’è un famosissimo santuario), buona sanità (vi funziona un ospedale ortopedico famoso), storia (c’è il castello con le opere del Parmigianino) ed enogastronomia invidiabile. E’ meta di un incessante succedersi di turisti.


Persino la periferia di Parma è ricca di aree verdi: pensiamo alla pace di Vigatto; una quiete che non è isolamento perchè ci sono bus funzionali, ditte e negozi. Ma si percorrono a piedi senza fretta e in totale sicurezza strade poco trafficate che costeggiano distese di fertili zolle. C'è la massaia in pensione che ogni giorno offre pranzo agli extracomunitari di passaggio: arrivano in bici anche loro, oppure con la moto. C'è il meccanico che sotto l'albero davanti all'officina ha sistemato le sedie per gli amici: lavora, ascolta, chiacchiera e la domenica legge i classici ad alta voce per un attento gruppetto. Favoloso il Ristorante "Grillo" con l'irrinunciabile torta fritta, buon Lambrusco e tante golosità.

Un arrivederci e un affettuoso grazie a Ugo e Toni Falavigna, zio Fabio, zia Valda, Gabriele e tutta la grande famiglia.



Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 20/11/2007 alle 16:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



19 novembre 2007

MONVISO - PINEROLo, CAPRILLI ED EMANUELE FILIBERTO

 Pinerolo, la città di Caprilli

Sulle orme della Cavalleria

Un tenero sole accarezzava Pinerolo : mentre in lontananza si udiva il rullo dei tamburi che accompagnavano la Maschera di Ferro, la nostra cittadina ha vissuto una avvincente mattinata storica a tutti gli effetti, in perfetta armonia tra passato, presente, futuro. Presso il Museo Storico dell'Arma di Cavalleria, la nota scultrice Sandra Baldoni ha offerto commossa uno stupendo cavallo in creta a S.A.R. Emanuele Filiberto di Savoia: un destriero vigoroso, scattante, simbolo della città equestre per eccellenza, per un bel principe biondo che pare scaturito da una favola vera.
S.A.R. Emanuele Filiberto ha donato al Museo il busto di suo nonno, il re Umberto II, opera dello scultore Giacomo Pintus, un giovane artista di sicuro avvenire. La sala era gremita: hanno partecipato autorità civili e militari; esponenti di società storiche inappuntabili nei loro costumi; le Guardie d'onore alle Reali Tombe del Pantheon; i rappresentanti degli Ordini Dinastici e dell'Ordine al Merito Civile, nonchè tantissimi fans di Casa Savoia, ragazzi e ragazze entusiasti di ogni età, pronti ad applaudire con slancio. Dopo la consegna del busto, che commemora il 450mo anniversario della battaglia di San Quintino, la scrittrice Rosellina Piano ha presentato il suo libro:"Cavalleria. La società militare e civile nella Pinerolo di Caprilli". Un'opera romanzata, scorrevole che ci propone il ritratto coloratissimo, poetico e fedele di un'epoca: in contemporanea è avvenuta una proiezione di immagini in bianco e nero. Tra ufficiali e gentildonne, romanticismo e tradizioni, vicissitudini sociali e familiari, il racconto si snoda fra il 1902 e il 1907, soffermandosi sulla vita di Federigo Caprilli, movimentata da missioni, affanni, vittorie. Chi fosse interessato, può contattare Vivant, l'Associazione per la valorizzazione delle tradizioni storico-nobiliari. Si intitola “Cavalleria” anche il film interpretato da Amedeo Nazzari, ispirato alle gesta di Caprilli e Baracca, talvolta riproposto in tivù. Al termine della manifestazione, sono state regalate copie di "Cavalleria" e di "Per un reggimento di Dragoni" di Roberto Gaja (L'Arciere) a tutti i presenti.
Sorridente e cordiale, il Principe è stato al centro dell'iniziativa. Ringraziamo gli organizzatori, che ci hanno garantito anche un'occasione in più per ammirare il Museo, pronto a presentarci un percorso davvero coinvolgente. Un grazie particolare va al Cav. Flavio Riva, che ha sempre testimoniato attaccamento ai valori promossi dalla monarchia nel Pinerolese.

Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 19/11/2007 alle 19:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



2 novembre 2007

MAGDI ALLAM A BURIASCO. LA CRONACA DI EDI MORINI

Buriasco
Il cammino verso la vita e la libertà

Per Angelo Burzi, consigliere regionale di Forza Italia; per Elvi Rossi, consigliere provinciale del medesimo partito e per gli amici di “Società Aperta” a Torino lo scrittore Magdi Allam è una presenza familiare: un fratello, come sottolinea con vigore Burzi. Grazie al loro costante impegno culturale, politico e sociale, abbiamo avuto l’onore e il piacere di intrattenerci con questa importante personalità anche presso il Castello di Buriasco, poco distante da Pinerolo, durante un’interessante serata. Oltre 350 persone hanno partecipato con slancio. Numerose le autorità presenti, tra cui il senatore Lucio Malan. Paziente, disponibile e conviviale, il Dott. Allam ha intrattenuto i presenti: firmando autografi senza stancarsi, rispondendo alle domande che gli venivano poste senza fretta, dimostrando signorilità e semplicità a un tempo.
Al termine di una deliziosa cena, consumata in allegria sullo sfondo prestigioso della storica struttura, il vice direttore del “Corriere della Sera” ha presentato il suo best seller più recente: “Viva Israele”, stampato da Mondatori. Un’opera autobiografica, di esauriente, incalzante limpidezza, tesa a sfatare i numerosi pregiudizi epocali che hanno causato le persecuzioni contro il popolo ebraico. Ingiustizie, stragi, vessazioni iniziate ben prima dell’Olocausto, con ripercussioni che continuano tuttora, dal momento che non c’è pace per i discendenti di Abramo.
- L’ideologia della morte – sostiene lo Scrittore – alla base del terrorismo, affonda oscure radici proprio nel conflitto tra il mondo arabo estremista e Israele -.
Ha constatato di persona la trasformazione dell’Egitto, iniziata con la criminalizzazione di Israele e culminata nella guerra dei sei giorni. Ha visto le donne libere, istruite, emancipate scomparire di nuovo dietro pesanti veli, schiacciate da massime maschiliste.
L’ opera condanna il razzismo, l’odio, le dittature: ma soprattutto il falso buonismo, che vorrebbe costringerci a metabolizzare qualsiasi corrente di pensiero, sebbene determinate ideologie celino in sé il germe della distruzione. Accettando indiscriminatamente ciò che può minacciarci, rinunciamo alla nostra identità e alla concreta speranza di un futuro democratico. Mentre la vera pace è frutto della fermezza, dell’equità, del discernimento, ma soprattutto del coraggio. Assoggettandoci a continui, avvilenti compromessi, mettiamo in discussione i nostri elementari diritti.
L’incontro si è concluso a tarda ora, con piena soddisfazione dei partecipanti. Ringraziamo Angelo Burzi, Elvi Rossi, Andrea Tronzano, Flavio Riva, il Lyon’s Club Cumiana Val Noce e tutti gli organizzatori.

Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 2/11/2007 alle 20:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa



25 settembre 2007

MONVISO/ PRESENTATO A CANTALUPA "ROSA DEMONIO" DI PIERO SORIA

Cantalupa

Uno scrittore piemontese a spasso per il mondo

Serata d'eccezione con il Lyons Club Cumiana Val Noce presso il ristorante "Tre Denti" di Cantalupa, dove il Cav. Flavio Riva ha presentato ad un pubblico entusiasta il tredicesimo romanzo di Piero Soria: "Rosa Demonio", un bel thriller, spumeggiante, graffiante e diretto, stampato da Mondadori. Scrittore e giornalista, per decenni colonna portante di "Stampa Sera", autore di riuscite sceneggiature radiofoniche e televisive, Piero Soria (classe 1944) è innamorato della sua Torino e nello stesso tempo ansioso di esplorare il mondo circostante, di conoscere e comprendere realtà differenti. Appassionato viaggiatore, vagabondo con l'anima che sorride, si è spinto sia in Africa (dove conosce Wilbur Smith) che tra i ghiacci eterni, territorio degli Inwit. Si è aggiudicato il Premio Cesare Pavese 2007 con il "Paese dell'Uva Nera", ambientato nelle goderecce terre langarole; protagoniste, Suor Moscato e le consorelle, intente a proporre vini irripetibili, che suscitano l'invidia dei produttori locali.
"Rosa Demonio", ci coinvolge narrando le avventure del commissario Lupo: come di consueto, l'opera inizia con un delitto, poi spazia, analizzando contesti sociali e politici differenti, grovigli erotici, esoterici ed emotivi fino all'inattesa conclusione. Significativa la copertina: dove, dietro alla Mole Antonelliana, appare la mezza luna musulmana.
" Una intrigante detective story noir - ha sottolineato Flavio Riva, che sempre partecipa con sensibilità agli avvenimenti letterari e sociali della zona - ambientata in una città di antica tradizione magica che fa però i conti con la presenza di una organizzata comunità islamica; un capoluogo focalizzato su un ricovero religioso per metà casa di cura e per metà casa della gioia...Gli stacchi conducono i lettori a rivedere Torino con le sue chiese, le vie, i ristoranti, i palazzi e soprattutto il co-protagonista, il fiume Po, oasi di pace per il protagonista".
Senza dimenticare che opere del genere consentono di valorizzare il patrimonio linguistico-culturale piemontese sommerso, per troppo tempo emarginato dai mass media che parlavano soltanto in milanese o romanesco, divulgando: "La ricchezza della nostra storia e facendola conoscere come una piacevole ed interessante novità a coloro che piemontesi non sono".
Ringraziamo di cuore: la presidente del Lyons Club, Dott. Irene Camusso, Marinella Ron, Elvi Rossi e tutti gli organizzatori. Ci complimentiamo con l'eccellente staff del ristorante.

Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 25/9/2007 alle 16:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



15 agosto 2007

TONACHE INFANGATE - L'OPINIONE DI EDI MORINI

Tonache infangate

NO alle persecuzioni contro i sacerdoti


Prendersela con la Chiesa cattolica è diventata una moda discutibile. "Lapidare" sacerdoti e suore, demonizzare le gerarchie ecclesiastiche ricorrendo a persecuzioni mediatiche sembra ormai una consuetudine: si spazia dalle illazioni del "Codice Da Vinci" per arrivare alle più recenti accuse di pedofilia, scagliate contro religiosi al di sopra di ogni sospetto come Don Gelmini. Chi conosce le profezie di Fatima, sa che questi momenti difficilissimi sono stati annunciati.
Quando le calunnie colpiscono preti stimati in età avanzata, viene spontaneo domandarsi : nessuno si è accorto prima dei presunti abusi ? Che cosa ha impedito alle pretese vittime di parlare per decenni ? Quali interessi si celano dietro a questa "crociata" contro il cattolicesimo ? Siamo sicuri che i ministri di culto delle altre religioni siano perfetti ?
I guru che guidano tanti gruppi New Age sono esenti da qualsiasi colpa ? Le loro teorie hanno reso felice qualcuno ?
Nessuna struttura umana (chiesa, movimento spirituale, ecc) è perfetta: ovunque possono subentrare conflitti d'interesse, tensioni emotive, giochi di potere. Ma la Chiesa cattolica, più di qualunque altra, ha offerto alla collettività attraverso i secoli: scuole, ospedali, oratori, comunità aperte a chiunque, servizi di pubblica utilità. Che cosa ci offrono invece le sette e quanto scompiglio arrecano ?
I sacerdoti sono esseri umani: è normale che alcuni si innamorino, ricambiati, di persone consenzienti; questo, a mio avviso, non rappresenta uno scandalo. Circa la pedofilia, prima di accusare occorrono prove inconfutabili di cui spesso gli accusatori non dispongono. Ricordiamoci intanto che parecchi padri di famiglia "irreprensibili" peccano in tale direzione, magari praticando il turismo sessuale; per non parlare del mobbing, sessuale e non, che imperversa in troppi ambienti di lavoro laici. Ma di ciò non si fiata: è più facile attaccare dei religiosi resi fragili dagli anni e dalla stanchezza!


Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 15/8/2007 alle 21:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



15 agosto 2007

PRONTOBUS - CONTRO ETILISMO E MOLESTIE

 Prontobus contro l’etilismo e le molestie!


Il grande fiume, immortalato da Giovannino Guareschi in tante indimenticabili vicende, è sempre là: pronto ad accogliere i parmigiani strajè che tornano a casa con nuovi, colorati racconti...Ci parla della poesia, della tenerezza che vibra da oltre sessant'anni a Brescello, il pittoresco paese di Peppone e Don Camillo, accoccolato intorno al suo campanile. Borgo suggestivo, antico ma sempre diverso: con il Cristo dell'altare che continua a consolare, ascoltare, comprendere.
Narra, spumeggiante e cristallino, di Pronto-Bus che sfreccia imperterrito: è il servizio all'avanguardia istituito dal Comune di Parma! Chiunque si trovi appiedatato a tarda ora può usufruirne in cambio di una tariffa irrisoria, risolvendo così tantissimi problemi, come la paura di rientrare di notte, i postumi di qualche brindisi, ecc. Rapido e sicuro, Pronto-Bus riporta a domicilio turnisti stanchi, ragazze impaurite, turisti nottambuli e festaioli disorientati.
Poi c'è la raccolta rifiuti, quella che funziona: il Comune REGALA alle famiglie le pattumiere indispensabili per la raccolta differenziata: ampie, comode, funzionali. A giorni alterni stabiliti, i cittadini mettono fuori dalla porta una pattumiera o l'altra, chiusa con apposite manopole, in modo che nessun animale possa rovesciarle. Gli addetti svuotano la pattumiera, la disinfettano e la rimettono al suo posto. Nessun disturbo o tragitto supplementare per la popolazione. L'attuale amministrazione di centro destra ha mantenuto e ampliato i servizi alla persona ideati dai predecessori di sinistra: gli invalidi, ad esempio, possono contare sul parrucchiere e sulla pedicure inviati a casa dal Comune. Mentre la città continua a crescere e a migliorare a livello di viabilità, occupazione, ecc.
E il monumento al Maestro Arturo Toscanini, intramontabile direttore d'orchestra ? Circondato dai suoi fans presso il ristorante "Corale Verdi" nel cuore della Parma storica, si sente adeguatamente coccolato: ogni tanto tuttavia, scruta verso la città, pazientando fiducioso in attesa di una sistemazione più centrale.
A Ugo e Antonia Falavigna, a Oscar Grazioli, a Valda Dazzi, a Zio Fabio, a Gabriele e a tutta la grande famiglia, alle simpaticissime ragazze della Foresteria Solares, un affettuoso arrivederci.


Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 15/8/2007 alle 20:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



16 luglio 2007

BARGE - LA FONTANA DI ELIDE. UN APPELLO

 Barge

La fontana di ELIDE



Ovunque sentiamo ribadire quanto sia importante l’acqua! Fonte di vita, garante di fecondità, alleata indispensabile per il genere umano. Eppure, parecchie fontane storiche sono in pericolo per svariate ragioni: le speculazioni umane, l’inselvatichirsi dei boschi, la trascuratezza, ecc. Alla faccia dei discorsi ecologici, ecc.

“Mi chiamo Elide, ho 59 anni, risiedo a Barge, in provincia di Cuneo. Scrivo perchè mi hanno rubato una sorgente (su cui godevo con una concessione prefettizia) e la relativa fontana in località Pian Luis. Questa sorgente, detta “Oncino”, è l’unica risorsa idrica della mia borgata ed è indispensabile per abbeverare il bestiame (allevo pecore e capre) nonché per la coltivazione delle piante in serra, dei prodotti che vendo nei mercati rionali, anche a Torino. Faccio presente che queste attività rappresentano le uniche entrate su cui si basa il mio reddito famigliare. «A seguito di lavori eseguiti abusivamente, la fontana è rimasta priva di alimentazione idrica e l’acqua risulta convogliata a valle in un punto inaccessibile. Ho scritto inutilmente a prefetto, assessorato regionale alla montagna, Comune di Barge, corpo forestale dello Stato, provincia di Cuneo ed Arpa. «Mi potete aiutare voi?». Questo è l’appello che Elide Lorenzati sta lanciando attraverso i mass media.
Speriamo che qualcuno raccolga presto questo appello, di cui anche noi ci facciamo portavoce.



E.M.




permalink | inviato da Stranicristiani il 16/7/2007 alle 20:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



26 giugno 2007

MONVISO / 2 - A FROSSASCO CONTINUANO LE PARALIMPIADI

 Frossasco
Le Paralimpiadi continuano

Serata d'eccezione a Frossasco dove l'Associazione "Val Susa - Valli
Pinerolesi" ha ospitato il Comitato Italiano Paralimpico, egregiamente
rappresentato dalla presidente Tiziana Nasi, per continuare un discorso
concreto, importante e costruttivo sia su sport e disabilità, che su come
realizzare una migliore quotidianità spicciola per i portatori di
handicap e le loro famiglie. Obiettivi che uniscono persone sensibili,
politici motivati e organizzazioni come i Lion's Club, da sempre impegnati
nel sociale. La volontà di valorizzare il binomio sport-diverse abilità si
unisce all'esigenza di mantenere funzionanti gli impianti olimpici
presenti sul territorio. Prima tappa: presso la suggestiva "Cappella
del Boschetto", baciata dal sole al tramonto. A seguire, visita al Museo
del Gusto, dove Elvi Rossi ci ha illustrato con entusiasmo le molteplici
attività della Scuola di Cucina: stanno per giungere chef provenienti
dall'Oregon e dal Connecticut ! Nell'ultimo week end di maggio, all'Argal
parleremo di intolleranze alimentari. In contemporanea, si svolgerà la
Festa del Piemonte. La proiezione del dvd "La storia delle Paralimpiadi
di Torino 2006" ha suscitato viva commozione. Intensa la tavola rotonda
animata da Giorgio Cordiero, presidente di "Val Susa-Valli Pinerolesi";
dalla Sig.ra Nasi; da Luciano Michelozzi e da tre giovani atleti delle
Paralimpiadi: Pietro Mazzei, Luca Piccinino e Danilo Destro. Coraggiosi
sportivi diversamente abili si sono distinti nell'hockey, nel curling,
nello sci e nel canottaggio: parecchio resta da fare perché a chiunque
vengano garantite queste opportunità. La Val Noce crede fermamente nello
sport : in settembre Casa Canada si trasferirà alla Sbarua, così un
importante pezzo di Olimpiadi continuerà a vivere. L'incontro si è
felicemente concluso a tavola: eccellente la cena proposta dal Ristorante
"La Veranda". Tra una raffinatezza e l'altra, lo scrittore Piero Soria ha
presentato il suo best seller fresco di stampa "Rosa Demonio"...Un
thriller spumeggiante, ambientato nella Torino multietnica, dove un
esorcista viene ucciso. Islamici e satanisti, poliziotti e innamorati
incrociano i loro destini tra Piazza Statuto, Via Garibaldi e Via della
Consolata... Frizzante l'approccio tra Soria e i misteri ecclesiastici
terreni: in un altro romanzo ci ha parlato di suore pimpanti esperte nella
lavorazione del vino. Ringraziamo per la bellissima iniziativa: Giorgio
Cordiero; Flavio Riva, sempre disponibile ad attivarsi quando si tratta di
affrontare problematiche di rilievo; il consigliere provinciale Elvi Rossi
e tutti gli organizzatori.

Edi Morini




permalink | inviato da Stranicristiani il 26/6/2007 alle 20:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


sfoglia     gennaio       
 


Ultime cose
Il mio profilo



Tempi
Comunione e Liberazione
Il Foglio
La Valsusa
Borgata Italia. Musica Folk
Centro Servizi Volontariato
Mario Mauro
Ermanno Eandi, poeta granata
I Filid, irish music
UDC
Rosa Anna Costa
Pepe. alternativi veramente
Impegno Referendum
La Discussione
Formiche
Collegamento Sociale Cristiano
Stranocristiano
30 Giorni
La Pagina di Centro
Vaticano
Comitato Nuovo Proporzionale
Comitato Scienza & Vita
Avvenire
Osservatore Romano
Vita. Non profit magazine
Fatti Sentire!
Carlo Caffarra
Amici di Ratzinger
Scuola Formazione Politica
Associazione Identità Europea
Alessandro Maggiolini
Alleanza Cattolica
Verdi Verdi
Kattolico
SensoReligioso.it
Il Timone
Cornelio Fabro
L'Indipendente
Il Domenicale
Informazione Corretta
Associazione Politica - Torino
Non Votare!!!
Giovani al Centro
Giovani Insieme
Il Mascellaro
Giovani Diocesi Pinerolo
Val Susa - Eco è Logica
Giovani.org
UDC Torino
Giù le mani dai bambini
Club Brunelleschi
Bruno Panebarco
Rete delle Libertà
Il Sentiero
Roberto Formigoni
Fondazione Magna Charta
Fondazione per la Sussidiarietà
Sen. Renzo Gubert
On. Osvaldo Napoli
DCamo
Catechismo Cattolico
A.Ge.
Les Droles - artisti e poeti
Unione per le Libertà - Torino
Il Patto
Fondazione Nuova Italia
Ragion Politica
Antonio Socci
Associazione Comunità
Storia Libera
Vittorio Messori
ClanDestino
Terza Repubblica
Società Aperta
Sodalitas Thomistica
Cappellaio Matto - blog
Angelo Scola
Progetto Culturale
Gris
Cesnur
Kattolikamente - blog
Werner Vana Gierig
Piazzale Speranza - Torino
Movimento Solidarietà
Comunità di Bose
Animautori -blog
Centro Popolare Europeo
Ass. Democraticicristiani
On. Maurizio Lupi
Scuola Libera
Giovane Italia
Casa delle Libertà
Una Vox
Alef-blog
Pensare Cristiano - R. Buttiglione
Diorama Letterario
Lo Spillo - il blog di don Diego
Portale di Bioetica
Sandro Remigio site
A.Ge. - Torino
Ass. Amici di Follini
Coumboscuro
UDC - Piemonte
Coord. Piccoli Comuni
UDC Giovani
Aqua - blog
Rime sparse - blog
Fabio Cavalli - blog
Vexilla - blog
Erehwon - blog
Il Veliero - blog
The Rock - blog
Archivum - blog
Il Barbiere della Sera
Il Circolo Giovani
Giuseppe Manunta
Internettuale
Carlo Bellieni - blog
In Visigoth - blog
Ass. Maria Madre Provvidenza
A Destra - Giaveno
Dossier Tibet
Movimento Italia di Mezzo
Essere Liberi
Zegio - blog
Dialogos
Vladimiro Poggi - blog
Marcello Coppo - blog
G. Boggero - blog
Ekoclub International
Istituto Italiano Donazione
Per Grazia Ricevuta
Scienza & Vita - Piemonte
Ass. Don Andrea Santoro
Paolo Guzzanti
Ecologisti - Movimento politico
Movimento Autonomo Agricoltori
Marco Regni
Lo Scudocrociato - forum
Giovani RDC - forum
Centro Popolare - Trentino
Italia e Libertà
I Volenterosi
Club Santa Chiara
Enrico Brizzi
Umana Dimora
Giangiacomo's think tank
Nicola Vaschetti
Condove Per - sito ufficiale
Comitato Teheran2007
Braccia d'inchiostro - blog
Associazione Torino-Europa
Claudio Ughetto
Gian Luca Matlì - Avigliana nel Cuore
Club Amici del Toscano
Lazzaretti Editore - sito ufficiale
Comune di Buttigliera Alta (TO)
Il Monviso - settimanale pinerolose
Marina Lussiana - blog
Decidere! - Daniele Capezzone
Alleanza Cristiana
Vito Bonsignore
Piemonte Domani
MMP Valsangone - il blog
Idea Libera - blog di Tullio Matarazzo
Marina Lussiana - La Destra


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom